Tecniche
Costruzione

Difficoltà:

Nel tutorial di oggi vi mostrerò come ho realizzato i due portoni di ingresso della Taverna dei Dannati.

Oltre che il polistirene, di seguito il materiale che ci servirà:

  • Stuzzicadenti
  • Carta vetrata
  • Una biro o una matita
  • Una pinzetta per le sopracciglia (per maneggiare i piccoli pezzettini di polistirene da incollare sui tiranti)
  • Vinavil
  • Cutter di precisione (questo per le incisioni dei tiranti in ferro)
  • Filo di stagno per saldature

Per prima cosa disegnamo con la biro, l'area da ritagliare in un pezzo di polistirene, spesso 1cm circa. Io utilizzerò l'area di occupazione della Taverna ovvero dove il portone andrà collocato.

Disegnata l'area procediamo al ritaglio della sagoma con il cutter. Non preoccupiamoci se l'arco non sarà preciso, lo aggiusteremo successivamente con la carta vetrata.

Come appena detto, con la carta vetrata, carteggiamo l'arco sistemando eventuali imperfezioni:

Con il cutter andiamo ad incidere il lato frontale ottenendo 4 travi. L'incisione deve avvenire in diagonale in senso verticale, cercando di seguire una linea retta, ma senza essere regolari. Questo farà sembrare le travi reali.

Adesso con uno stuzzicadente, possiamo procedere a creare le venature del legno, come spiegato nel tutorial sulle tecniche di incisione: effetto legno:

Aggiungiamo un ulteriore invecchiamento: sempre con lo stuzzicadente andiamo a bucherellare il portone, eccedendo nella parte inferiore. Questo trattamento "simulerà" l'erosione da parte delle termiti:

Il portone è pronto. Prepariamo i tiranti decorativi in ferro.
Ritagliamo un listello di spessore 2mm, lungo quanto il portone.

Su questo disegnamo il tirante con la biro. Potremmo utilizzare una dima, ma non essendo troppo elaborato, preferisco disegnarlo a mano libera:

Ritagliamo quanto disegnato per ottenere il nostro pezzo che andrà successivamente incollato al portone.

In un piattino versiamo del vinavil. Dopodichè, sempre da un listello di polistirene, tagliamo tanti piccoli pezzettini.

Aiutandoci con la pinzetta, prendiamo ad uno ad uno questi pezzettini, li immergiamo nel vinavil, ed andiamo a depositarli sul nostro tirante.

Quando li avremo incollati tutti seguendo la nostra fantasia, lasciamoli asciugare per almeno un'ora. Sfruttiamo questo tempo per realizzare un altro tirante uguale.
Quando i tiranti sono pronti, procediamo ad incollarli al nostro portone:

Il battente


Il battente lo costruiremo con il filo di stagno. Ho scelto questo materiale perchè è facilmente modellabile, rispetto, invece, al filo di ferro.

Dopo aver tagliato un pezzetto di filo di stagno, arrotoliamolo intorno a qualcosa di cilindrico (io ho usato l'impugnatura di un pennello):

Ottenuto il nostro anellino, incolliamolo su un pezzettino di polistirene precedentemente legnizzato:

Il battente andrà successivamente incollato al portone:

Finalmente il nostro portone è completo! Ecco i due portoni che utilizzerò nella taverna: la differenza sta nel disegno dei tiranti!